venerdì 16 dicembre 2016

Lo sviluppo comportamentale del gatto

Lo sviluppo comportamentale del gatto, come quello del cane, è suddiviso in quattro fasi.

-Periodo prenatale:

Questo è il periodo che precede il parto,ovvero quando i gattini si trovano ancora nel grembo materno. Diversi studi hanno dimostrato come al partire dal 24° giorno di gestazione i gattini siano in grado di percepire gli stimoli tattili esterni ( come le carezze sulla pancia della madre) e come siano molto sensibili allo stress materno. Inoltre è stato dimostrato che l’alimentazione della madre durante la gravidanza influenza i gusti dei futuri gattini.

comportamento gattino

-Periodo neonatale:

Va dalla nascita al 9°-10° giorno di vita. In questa fase i gattini passano la maggior parte del tempo a dormire e mangiare. Gli occhi sono chiusi e il sistema uditivo non è ancora completo.

In questa fase nasce il legame di attaccamento madre-gattini, ovvero la mamma riconosce i gattini come propri.

-Periodo di transizione:

Comincia intorno al 10° giorno di vita e si conclude intorno al 21° giorno. In questa fase gli occhi si aprono, compare il riflesso di orientamento uditivo e visivo .In questa fase avvengono i primi passi e nasce il legame di attaccamento gattino-madre. In questo modo la madre diventa per il gattino la sua “ base sicura”, il centro del suo mondo e il posto a cui tornare dopo aver esplorato l’ambiente circostante.

sviluppo gattino

-Periodo di socializzazione:

Segue il periodo di transizione e si protrae fino al distacco dalla madre (ottava-nona settimana).

In questo periodo il gattino imparerà a socializzare e interagire con i propri simili (socializzazione intra-specifica) e con specie diverse ( socializzazione inter-specifica). Per questo motivo è fondamentale che l’ambiente di vita del gattino sia arricchito con oggetti e che gli sia possibile incontrare persone diverse(adulti, bambini, anziani) e specie diverse ( cani, conigli ecc.).

Sempre in questa fase la madre insegna ai gattini i comportamenti tipici della specie, insegna a giocare e a controllare il morso. Risulta quindi importantissimo che il gattino, pur avendo modo di conoscere altre persone o altre specie animali , viva con madre e fratellini in questa fase della sua vita. In questo modo imparerà a “comportarsi da gatto” in un contesto positivo.

cane e gatto

A partire dalla quarta settimana di vita ha inizio lo svezzamento che normalmente si conclude verso la settima-ottava settimana, ovvero intorno ai due mesi.

Normalmente nel momento in cui si conclude lo svezzamento tutti i sensi del gattino sono pienamente sviluppati.

Il periodo che va dall’ottava settimana fino a circa 6 mesi viene definito periodo giovanile. Durante questo lasso di tempo avvengo molti cambiamenti fisici e comportamentali, il gattino diventa autonomo e intorno ai 6 mesi ( esiste una grande variabilità ) inizia la pubertà.

Esistono quindi alcune differenze nello sviluppo comportamentale rispetto al cane poiché i periodi sensibili sono più precoci e di breve durata e l’autonomia comportamentale viene raggiunta molto prima della pubertà. Per questo motivo è molto importante rispettare le fasi di sviluppo del gattino al fine di evitare patologie legate a deficit dello sviluppo comportamentale.

 

.

Se ti è piaciuto l'articolo lascia un commento per dire la tua,  se invece desideri chiedere informazioni contattaci al numero 0116471100 oppure via mail all’indirizzoinfo@clinicaborgarello.it

Articolo a cura dello Staff della Clinica Veterinaria Borgarello



Bookmark and Share

1 commento:

Related Posts with Thumbnails

Ultimi 10 articoli pubblicati

Gli autori degli articoli



Inserisci il nostro link nel tuo sito: